Il nuovo marchio editoriale TimeCrime presenta un romanzo d’esordio, vincitore del maggiore premio dedicato alla letteratura noir in Francia. Un cruento delitto realizzato in un paese di provincia mette alla prova gli equilibri dei rapporti di potere tra chi è incaricato di assicurare la giustizia.

A Villecomte, in Borgogna, viene consumato un atroce delitto: il cadavere di Juliette Robin, moglie di Pierre Robin, noto avvocato della zona, è rinvenuto nella sua abitazione, con il volto orrendamente sfigurato. I primi indizi raccolti dalla polizia inducono gli inquirenti a indicare il marito della donna come principale sospettato. Magistratura, polizia e avvocatura si lanciano in una vera e propria gara alla ricerca del colpevole dell’omicidio che, per la sua efferatezza e per gli attori che vede protagonisti, rischia di mettere in discussione la credibilità delle principali autorità cittadine e di trascinare nel caos l’intera comunità.
Il romanzo, pubblicato in Italia a giugno 2012 da TimeCrime, segna l’esordio del suo autore, un giovane avvocato della provincia francese, che si firma con lo pseudonimo di Pierre Borromée .
Vincitore dell’edizione 2012 del prestigioso premio letterario Quai des Orfèvres, L’hermine était pourpre, questo il titolo originale dell’opera, è stato molto apprezzato dalla stampa nazionale che lo ha promosso “classico del noir francese contemporaneo”. La giuria del premio è interamente composta da poliziotti, magistrati e giornalisti, i quali, insieme alla critica, hanno particolarmente elogiato l’accuratezza delle descrizioni dell’ambiente giudiziario oltre al realismo dei personaggi.
Effettivamente, la forza de L’ermellino di porpora risiede soprattutto nei caratteri dei protagonisti, ben definiti tanto nella funzione dei loro ruoli, quanto nei privati dissidi interiori, grazie ai quali acquistano quell’umanità necessaria ad evitare di divenire solamente banali stereotipi. Il commissario Baudry, robusto uomo del sudovest, trapiantato nel «grande est straniero» dal quale spera di essere un giorno trasferito, sotto un atteggiamento burbero nasconde un carattere accondiscendente che diventa addirittura remissivo di fronte alla dispotica moglie. Sprezzante del fasto e della finzione dilaganti all’interno del Palazzo di Giustizia, Baudry trova un unico alleato nel combattivo Dornier, presidente dell’Ordine degli avvocati e difensore di Robin. I due, con l’aiuto di altri collaboratori, si opporranno al giudice istruttore Tricard, interessato a trovare un colpevole più che a scoprire le reali dinamiche del delitto, e all’incompetente procuratore Meunier, preoccupato solo di ottenere una promozione.
Sono loro, i personaggi, a dominare il filo dell’intreccio che si snoda in maniera semplice e lineare, senza correre il rischio di inciampare nelle contraddizioni e nelle incoerenze che danneggiano il racconto noir quando si perde il controllo sullo schema dell’azione. L’appartenenza dell’autore al mondo da lui descritto contribuisce in maniera evidente allo sviluppo dei punti forza presenti nel romanzo, d’altra parte la cautela con cui Borromée mette in scena la sua storia è indice della sua inesperienza in quanto scrittore. Non sorprende che egli sia il cronista ideale delle pratiche che si svolgono all’interno dell’ambiente giudiziario e, infatti, l’asciuttezza dello stile lascia spesso pensare a una narrazione non letteraria. Tutto sommato L’ermellino di porpora, sebbene non entusiasmi costantemente il lettore con speciali architetture testuali, non ne delude le aspettative e può rappresentare un piacevole passatempo.

L’ermellino di porpora
di Pierre Borromée
ed. TimeCrime
Giugno 2012
10.00 €
Disponibile presso la Biblioteca Comunale di Civitavecchia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...