L’AMORE IN TUTTE LE SUE SFACCETTATURE di Linda Politi

Una storia d’amore senza tempo che riesce a far commuovere anche ai giorni nostri. Una protagonista reale, divisa tra un amore razionale e conveniente e l’amore vero, istintivo, dove le anime si incontrano e si fondono in un’unica sostanza.

 “Cime Tempestose”, il famoso romanzo di Emily Brontë, scritto nel 1847 sotto lo pseudonimo di Ellis Bell, è un unicum nel panorama della letteratura vittoriana: precursore della tecnica narrativa del ventesimo secolo è stato più volte comparato a una tragedia shakespeariana, sebbene non sia stato accolto dal successo quando fu pubblicato per via dei temi “scabrosi” affrontati. Emily, assieme alle due famose sorelle Anne e Charlotte, mostra una grande capacità scrittoria nelle numerose poesie e nel suo unico romanzo Cime tempestose, considerato un classico della letteratura inglese. Come uso del tempo, lei e le sorelle non studiano a scuola ma a casa e, per dare più credito alle loro creazioni letterarie, sono costrette a usare pseudonimi maschili. Emily muore a trent’anni di tubercolosi, rifiutando ogni cura e occupandosi con dovizia della casa in cui viveva.

La storia ruota attorno a dei giochi di opposizioni: i protagonisti, Catherine e Heathcliff, vivono nella loro casa, “Wuthering Heights”, cioè Cime tempestose. Heathcliff è un ragazzino che il padre di Catherine decide di adottare, tra i due giovani nasce un’intensa storia d’amore. La ragazza però si rende conto che sposare Heathcliff sarebbe degradante per entrambi, e decide quindi di sposare il suo ricco pretendente, Edgar Linton, che vive nella tenuta di Thrushcross Grange. L’amore che Catherine prova per i due ragazzi è molto diverso: il sentimento per Heathcliff è come “le rocce nascoste ed immutabili: dà poca gioia apparente ma è necessario”, mentre quello per Edgar “è come il fogliame dei boschi: il tempo lo trasformerà, […] come l’inverno trasforma le piante”.

Heathcliff, convinto che Catherine lo disprezzi, fugge via per tre anni, e quando ritorna ha molti soldi con sé: non si sa da dove vengano, ma con essi inizia la sua vendetta, comprando Cime tempestose e riuscendo a sposare, pur non amandola, Isabella Linton, la sorella di Edgar.

I sentimenti in questo romanzo sono essenziali e devastanti e riflettono l’ambiente dove sono vissuti. L’amore tra Catherine e Heathcliff è spiazzante tanto quanto il vento che scuote i paesaggi della brughiera in cui si trovano, l’amore tra Catherine ed Edgar è invece più pacato e razionale. Da questo nucleo centrale si sviluppa una complessa struttura narrativa e un altrettanto complesso schema dei personaggi che vivono di odio, amore e vendette trasversali. Le colpe dei padri si trasmettono ai figli, la morte non è foriera di pace e perdono e la vita è infestata dai fantasmi del passato che urlano la disperazione che incarnano. I corpi nelle tombe non sono considerati morti, ma stanno dormendo, come ci tiene a precisare il narratore. Sono questi gli elementi in cui lo spirito del romanticismo si lega al gotico, ed è la mancanza di un’etica morale nella vicenda a far esplodere le critiche della severa età vittoriana.

La struttura del romanzo è incentrata su un gioco di opposizioni; Cime tempestose è il luogo degli istinti, della natura selvaggia, delle passioni primitive. Thrushcross Grange è l’ambiente borghese della stabilità, delle buone maniere, dell’elevazione sociale. Le due case rappresentano l’una l’energia e la tempesta, l’altra la calma e la quiete; queste forze sono sì opposte, ma anche complementari e tese a volersi unire attraverso il matrimonio fra la piccola Cathy, (figlia di Catherine e di Edgar) ed il cugino Hareton, ( figlio di Heatcliff e Isabella ). Questa unione diviene reale, portatrice di quella pace che non si trova durante lo svolgersi della storia.

Il lettore viene informato degli eventi da due narratori; il signor Lockwood, affittuario di Thrushcross Grange, che, tranne le poche cose che vede con i suoi occhi, scrive ciò che gli viene raccontato dall’altra narratrice, la governante Nelly Dean. Narratrice quest’ultima la totalmente attendibile, perché protagonista stessa dei fatti da lei rivelati al signor Lockwood.  L’autrice nela narrazione parte dalla fine della storia, ricorrendo spesso al “flashback”ottiene da un lato, un effetto di verosimiglianza, dall’altro di suspense e misticismo.

È questo un romanzo che non nega i tratti più cruenti dei sentimenti, positivi o negativi che siano; è una storia d’amore estrema, senza tempo, che non riesce a deludere neanche il lettore più disincantato. Il senso di morte che si cela tra le pagine rende il romanzo in qualche modo assimilabile alla “letteratura decadente” di qualche decennio più tardi.

Cime tempestose
di Emily Brontë
Feltrinelli
2012
prezzo € 9,50
Disponibile in biblioteca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...