Recensione di “CINQUANTA SBAVATURE DI GIGIO” di Rossella Calabrò

Sappiamo che la trilogia delle “50 sfumature” sta avendo un successo enorme e sappiamo che il suo protagonista è bello, ricco, affascinante e malizioso: tutto il contrario della vita reale, nella quale è il Gigio a farla da padrone, uomo comune, pieno di difetti ma anche simpaticissimo! Di sicuro è lui il vero eroe della situazione: d’altronde, neanche le Gine sono delle eroine stereotipate…

Leggere la parodia di un libro che sembra essere il fenomeno letterario del momento, può essere controproducente: oltre al fatto che, invece di creare curiosità, spesso ottiene l’effetto diametralmente opposto, come primo impatto, inoltre, sembra di trovarsi di fronte a un libretto poco convincente, che vorrebbe cavalcare la cresta dell’onda dell’originale con la speranza di avere anche solo la metà del suo successo.

Personalmente, non ho letto le ormai famose “Cinquanta sfumature di…” e all’inizio avevo paura che non avrei saputo gustare al meglio quello che aveva da darmi questo piccolo tomo di appena cento pagine, con una bella cravatta rosa (rigorosamente macchiata) sulla copertina. Per fortuna si inizia subito con una spiegazione degli intenti del libro e con un riassunto delle cinquanta sfumature, il che rende il prodotto fruibile anche a chi non ha avuto ancora il (dis)piacere di leggerle. Indubbiamente, il testo di partenza si presta molto alla creazione di una parodia coi fiocchi, ma in questo caso Rossella Calabrò, blogger e scrittrice milanese, riesce piuttosto bene nell’intento, affrontando l’argomento con grande franchezza e simpatia.

Un libro che sa far ridere della nostra quotidianità e che allo stesso tempo riesce anche a riscattarla, mettendo alla berlina quei modelli di perfezione che vivono e sopravvivono solo nel mondo della finzione letteraria e che avrebbero vita breve nel tran tran della vita di ogni giorno.

Nonostante le buone intenzioni il libro, il cui sottotitolo è “il lato B della trilogia più hot dell’anno”, non sempre riesce a non scadere nel banale. Per fortuna il Gigio, cavaliere errante (nel senso che sbaglia molto spesso) per antonomasia, riesce sempre a strappare un sorriso alla sua Gina, nella buona e nella cattiva sorte: in fondo, il messaggio di fondo del libro è proprio che, per quanto un Mr Grey possa essere affascinante e sensuale nei suoi modi di fare tanto accattivanti quanto utopici, il Gigio è comunque impagabile perché, sebbene sia goffo, pasticcione e un po’ insopportabile, alla fine ha il gran pregio di supportare e sopportare la sua altrettanto poco utopica Gina, il che è un punto a favore non da poco. Senza contare che è proprio la risata che i Gigi nazionalpopolari riescono a provocare nelle loro Gine ad essere il filtro d’amore più potente che esista.

Cinquanta sbavature di Gigio
di Rossella Calabrò
Sperling & Kupfer, 2012
€ 10,00
disponibile presso la biblioteca di Civitavecchia

Annunci

Un pensiero riguardo “IL GIGIO HA SCONFITTO MR. GREY di Linda Politi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...