COMPLOTTISTI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI! BENEDETTO XVI VIAGGIA NEL TEMPO di Fulvio Aquino

La fantascienza predice il futuro. Non è stato così con 2001 Odissea nello spazio, ma stavolta ci siamo! “Il dilemma di Benedetto XVI” aveva le risposte. Distopica/diabolica recensione di un classico Urania

Un fantasma si aggira per il Vaticano… il trono che fu di Pietro è vuoto, una cosa simile non si ripeteva dal 1415 e ora noi, massa di fornicatori senza Dio, ce lo godiamo in devota preghiera (?) o con morboso interesse giornalistico; siamo sul Bibliomane, me ne ricordo e la direzione mi impone di recensire un libro, non sarà né Vaticano S.P.A.Gesù di Nazareth, tranquilli.

Il dilemma di Benedetto XVI è un’antologia datata 1978 contenuta nell’inimitabile collana Urania Mondadori (Do Androids Dream of Electric Sheep? Meglio conosciuto come Blade Runner è il titolo Urania per antonomasia), il suo autore, un certo James Herbert Brennan, è occultista e scrittore fantascientifico, ma di una fantascienza oramai scomparsa dai nostri scaffali, in grado di plasmare un epoca di lettori, fantasticando con chiarezza disarmante di imperi intergalattici e mondi sconosciuti, distopie ed eventi irrealizzati della storia.

L’antologia prende il nome dal primo racconto del volume: in un futuro prossimo/lontano il Papa, Benedetto XVI è scosso da turbamenti inenarrabili, dopo una visione mistica gli viene imposto di detronizzare il dittatore Victor Ling, un duce violento che si sta impossessando della nazione, Anderstraad, indeciso sul da farsi, convoca uno psichiatra, l’unico in grado di determinare con esattezza scientifica la veridicità della sua visione e del suo stato mentale, è Dio oppure una schizofrenia ad ordinarmi di agire per il bene del paese?

Un lavoro magistrale quello di Brennan, che unisce il tema della distopia, caro alla fantascienza, menando con la critica ai fascismi europei, al tema della spiritualità e di Dio: con quale ironia è possibile sottoporre il santo padre e le sue visione mistiche ad uno psichiatra per verificarne la veridicità? Il Papa vuole intervenire direttamente per salvare “il suo popolo” ma teme di scontentare l’Altissimo, ha paura di essere un povero folle; così mette a nudo la sua umanità e le sue debolezze di uomo, forse non in grado di ascoltare la voce di un dio onnipotente.

Le omonimie ci suggeriscono che Il dilemma di Benedetto XVI non è solo un racconto del ’70. Le mura vaticane si scuotono con forza in un’ epoca che molti definiscono “difficile”, tempi in cui la Chiesa raccoglie spietate critiche (leggi: donne, pedofilia, diritti civili) da un mondo in continua evoluzione e ricco di stravolgimenti, succede che il Papa si tira indietro – per il bene della chiesa!- si affrettano a sentenziare le varie eminenze in crisi pre-concilio; la verità è meno banale di quanto sembri, oscura come sono sempre oscure le verità che riguardano la Chiesa Cattolica.

Qualcosa non quadra è evidente. Che sia stato proprio il Papa ad accorgersene per primo?

Il dilemma di Benedetto XVI e altri racconti

di  James Herbert Brennan

collana Urania n.745 – 1978

Annunci

Un pensiero su “COMPLOTTISTI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI! BENEDETTO XVI VIAGGIA NEL TEMPO di Fulvio Aquino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...