“La Progenie” di Guillermo Del Toro

Il fascino che i vampiri esercitano sulla fantasia delle persone è provato dall’immensa mole di materiale, letterario e cinematografico, che attraverso gli anni ha conquistato un numero di appassionati mai in calo.
La figura del vampiro, abitante della notte ed eterno dannato, sebbene usata e riusata, rimane uno dei capisaldi del mondo dell’occulto. Partendo dal classico Dracula di Bram Stoker, la letteratura ed il cinema hanno rielaborato il tema in tal modo che spesso il “vampiro” di turno ha caratteristiche e poteri molto diversi dal tipo classico; questo, in aggiunta ad altri fattori, può comportare delusione delle aspettative o mancanza di originalità.

Ne La Progenie i vampiri sono parecchio diversi dagli esseri bellissimi e dannati immaginati da Stoker: qui appaiono brutti, cattivi ed assetati di sangue, riportando alla mente i vampiri del film Blade.
Indovinate un po’, lo scrittore è proprio Guillermo Del Toro, regista/sceneggiatore di Blade II, Il labirinto del Fauno ed Hellboy. Del Toro, insieme a Chuck Hogan, ha creato un romanzo horror-apocalittico caratterizzato da una forte impostazione cinematografica, che ne fa un libro davvero interessante ed originale.

A New York atterra un Boeing 777 proveniente da Berlino. Dal suo interno non proviene alcuna comunicazione. Pensando ad un attentato, vengono chiamate le forze speciali che trovano tutti i passeggeri morti ad eccezione di quattro. Immediatamente, temendo un qualche genere di virus, viene allertato l’Ente Prevenzione Malattie Infettive ed entra in gioco il Dr. Ephraim Goodweather e la collega biochimica. L’indagine dei due avanza con difficoltà, essendo le prove insufficienti per stabilire una normale causa all’accaduto. In aiuto dei protagonisti interverrà Abraham Setrakian, un vecchio sopravvissuto all’Olocausto. Egli pare sapere da lungo tempo che questo specifico momento sarebbe arrivato.
Intanto i quattro sopravvissuti vengono rilasciati, scatenando per la Grande Mela il contagio, che esplode con estrema violenza diffondendosi in tutta la città a velocità impressionante, trasformando le persone in esseri mostruosi ed assetati di sangue.
Un’antica leggenda che Setrakian conosce riguarda creature la cui origine si perde nella notte dei tempi e che è connessa con la misteriosa bara impolverata trovata sull’aereo…

Leggere il romanzo sembra guardare un film al cinema e, considerato il genere e la capacità dello scrittore di mantenere alta la suspense e la velocità di narrazione, l’effetto è tutt’altro che scontato.
La Progenie si conferma come un romanzo interessante e coinvolgente, che forse non riesce a stupire in modo eccezionale, ma che è in grado di regalare ottimi momenti di “occulto” ai lettori.

La lettura è consigliata ad appassionati e non.

La Progenie
di Guillermo del Toro
Mondadori
2009
€ 17,00

Disponibile presso la biblioteca di Civitavecchia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...