I SEGNI DI UNA VITTORIA di Antonio Simeone

“Ho sconfitto Hitler” di Romeo Rubino Salmonì

Il racconto che ha ispirato “La vita è bella” di Benigni.

Romeo Rubino Salmonì nasce a Roma il 22 gennaio 1920 da una famiglia ebrea. Gli anni dell’infanzia sono difficili per le molte difficoltà economiche, ma la cura e la sensibilità con cui egli descrive la sua famiglia rendono tangibile l’amore che legava lui e i suoi parenti, insieme con la serenità che sapevano darsi l’uno con gli altri.

La famiglia Salmonì si dimostra attaccata alla terra natia e patriottica, come ha dimostrato il padre combattendo la prima guerra mondiale, e due dei fratelli di Romeo, che hanno partecipato nel 1935 alla guerra d’Africa.
Il patriottismo degli ebrei Salmonì è ripagato nel 1938 dalle leggi razziali che quel pazzo regime fascista pose in atto, colpendo tantissimi altri italiani “colpevoli” di appartenere alla comunità ebraica.
Romeo Rubino Salmonì fu trasportato ad Auschwitz nel 1944, poche settimane prima della liberazione della Capitale. Il viaggio è solo l’inizio di un incubo e Romeo sa descriverlo con il dolore che solo chi ha visto può provare.

Durante i primi anni in cui i sopravvissuti ai campi di concentramento raccontarono la terribile esperienza trascorsa, pochi diedero loro ascolto e molti li lasciarono in silenzio, chiusi nei ricordi e schiacciati dal peso di questa nuova vergogna: di essere ritenuti dei bugiardi. Solo quando l’evidenza dei fatti diede loro ragione, il mondo chiese ai sopravvissuti di raccontare tutte le memorie, vecchie ma niente affatto meno dolorose.

“Se ho sconfitto Hitler? Certamente e ne sono la prova vivente! Il mio sogno di libertà è stato più forte del suo sogno di oppressione, il mio amore per la vita, più forte del suo desiderio di distruzione;
ma non è questo il punto, l’importante è che io sia qui a dirvelo di persona.” – R.R. Salmonì

Romeo ci lascia nel 2011, circondato dalla sua famiglia, poco dopo aver festeggiato le nozze d’oro, lasciando 12 nipoti che ne porteranno avanti la memoria.
A15810, il tatuaggio di una vittoria.

Ho sconfitto Hitler
di Romeo Rubino Salmonì
2011
a cura di “Progetto storia e memoria”
Provincia di Roma

Il volume è disponibile gratuitamente in versione pdf al seguente link
http://www.provincia.roma.it/sites/default/files/Ho%20sconfitto%20Hitler_Rubino%20Romeo%20Salmoni_web_0.pdf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...