FESTIVALETTERATURA MANTOVA 2013 (#Festlet) di Stefano Pierucci

#Festlet

Festivaletteratura Mantova 4-8 settembre 2013

Domenica scorsa si è concluso il festival della letteratura di Mantova giunto oramai alla XVII edizione. Tra “segreti brutti”, riflessioni sulla storia del nostro Paese e ricette culinarie, il nostro inviato Stefano Pierucci ci racconta l’atmosfera di questi giorni di festa, arte e cultura.

Il festival della letteratura di Mantova è iniziato mercoledì 4 settembre e si è chiuso domenica 8. Cinque giorni che hanno visto nella città dei Gonzaga circa 300 eventi diversissimi uno dall’altro ma tutti legati dalla volontà di presentare la letteratura in tutti i modi possibili a un pubblico senza limiti di età: infatti il programma prevedeva situazioni, presentazioni, ambientazioni in grado di coinvolgere anche i più piccoli.

Gli eventi si dividono in tre categorie: quelli a pagamento, dove per pagamento si intende 10 euro, quelli più costosi, che si svolgono solitamente a teatro Bibiena e all’Ariston, quelli a 5 euro Belpoliti e Bonito Oliva evento "Torniamo all'enciclopedia"che hanno luogo nei posti più suggestivi della città, come la casa del Mantegna, palazzo San Sebastiano, Palazzo Te e il Palazzo Ducale; quelli gratuiti a Piazza Sordello, sponsorizzati da Telecom, ed infine quelli della serie “Le lavagne”, presso piazza Mantegna. Le strade mantovane sono in quei giorni fiumi di persone, di libri, di musica, di artisti, di turisti che camminano da una parte all’altra della città: può capitare di incontrare Carlo Lucarelli alla presa con sua figlia che non vuol stare nel passeggino o di sedersi ed accorgersi di avere dietro un compunto e distinto signore come Stefano Rodotà, bere un caffè accanto a Corrado Augias, ma soprattutto c’è l’ampia possibilità di essere dentro al tentativo di ripensare la letteratura, rendendola viva ed alla portata di tutti, fruibile e gradevole anche nei suoi aspetti più tecnici od ostici.

Il vostro inviato nient’affatto speciale ha assistito a 7 eventi, senza considerare le “imbucate” volanti dell’ ultimo minuto. Marco Belpoliti ha discusso con Sergio Luzzato, autore del libro “Partigia”, che racconta la storia della fucilazione di due giovani partigiani, Oppezzo e Zabaldano, giustiziati dai loro stessi compagni, tra cui Primo Levi. Lo scrittore partecipò a quella fucilazione? Il “segreto brutto” di cui parlò successivamente, era proprio questo?

Festivaletteratura Mantova

Ancora Belpoliti è stato uno dei due protagonisti del secondo evento a cui ho assistito, “Torniamo all’enciclopedia”, con  Achille Bonito Oliva che ha parlato del suo modo di intendere questa opera che da sempre è summa del sapere: attraverso il suo ultimo lavoro “Enciclopedia delle arti contemporanee”, il critico ha spiegato il suo concetto di enciclopedia, “lavorandoci dentro e remandoci contro” ed inserendo il tempo al lavoro come elemento capace di superarne il confine.

Terzo evento, nella mattinata di sabato, la presentazione del libro di Guido Crainz Il paese reale, in cui lo storico ricostruisce la storia d’Italia dall’omicidio Moro ad oggi: dove sono finite le eccellenze che fecero dell’Italia il Paese del boom? Perché la classe dirigente è sempre rimasta sorda alle istanze di rinnovamento emerse nel corso degli anni? Per questo, ha concluso laconicamente, l’ Italia “ha sempre pagato prezzi esagerati per diventare normali”.

Ma la letteratura è bella anche perché legata e contaminata dalle altre arti: ecco allora, nella spettacolare cornice del Teatro Bibiena, il concerto per pianoforte e voce narrante dedicato ad un grandissimo autore: “Suoni della notte – musiche per Marcel Proust”, un racconto – concerto che per la prima volta in Italia ha proposto i melologhi “Pittori olandesi” che Proust scrisse per il suo compagno Hahn, maestro d’operetta fanatico di Mozart.

 "INEDITA ENERGIA" evento Eni con Alajmo, Sandrelli, Marcorè, BeccariaLetteratura e cucina: ecco di cosa si è parlato nell’evento “Inedita Energia” targato Eni: l’argomento culinario può sembrare frivolo e leggero, ma è stato affrontato con originalità ed ironia da Neri Marcorè, Stefania Sandrelli, il cuoco Massimiliano Alajmo e il professor Gianluigi Beccaria, che ha simpaticamente suggerito alla vasta platea la ricetta futurista del “Pollo fiat”, farcito con… palline d’acciaio dolce e guarnito con panna montata.

A Palazzo San Sebastiano si è tenuto l’evento “Strategie di conservazione”, con l’architetto Botta e Peter Cameron e Silvio Perrella moderatore. Ha senso conservare tutto, o si può iniziare – ed è la tesi di Botta – ad individuare strategie che fissino delle priorità per stabilire cosa salvare e cosa no senza giungere alla svendita od alla dispersione di patrimoni che sono proprietà di tutti?

Infine, nel cortile dell’archivio di Stato, ho assistito all’evento “La scuola come può essere”, legato alla presentazione del libro  di Eraldo Affinati Elogio del ripetente. Con l’autore erano presenti per il dibattito anche Carlo Ossola e Stas’ Gawronsky . Affinati, professore di letteratura, sceglie il punto di vista del ripetente per provare a capire che cosa non ha funzionato e non funziona nella scuola italiana, di cui il ripetente è il simbolo, appunto, del progressivo ma non ineluttabile fallimento. “Pinuccio non fa i compiti. Mirko gioca col cellulare. Davide rompe le penne. Romoletto scrive “vado ha casa”. Siamo di fronte a vecchi Pinocchi o nuovi somari? Cosa succede nella testa di molti adolescenti di oggi? Perché è così difficile coinvolgerli nelle attività didattiche? Per rispondere a queste domande non basta analizzare le statistiche dell’abbandono scolastico o interpretare i risultati delle prove di verifica. Bisogna indagare sulle emergenze sociali e culturali del nostro mondo, legate alla rivoluzione digitale, alla crisi della famiglia, alla frantumazione informativa, alla decadenza di principi morali un tempo ritenuti invalicabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...