1374126_10200707304593639_2042122860_n

Sabato 5 Ottobre si è svolto, presso il Teatro Claudio di Tolfa, un nuovo incontro di Tolfa Gialli&Noir, il festival letterario che, dallo scorso anno, ha visto una serie di successi. Una sorprendente scenografia, studiata nei minimi dettagli, è stata da cornice all’interessante evento che ha visto susseguirsi sul palco scrittori e giornalisti di fama internazionale: il milanese Massimiliano Carocci, autore di “Milano city blues”, Gunnar Staalesen, tra i maggiori scrittori di gialli in Norvegia, Franco Limardi, insegnante e autore di noir e Simen Ekern, giornalista norvegese e autore di due libri d’inchiesta sull’Italia. Si è parlato di letteratura, di attualità, dell’Italia, della Norvegia e di come siamo visti all’estero. Un incontro ricco di spunti di riflessione e che ha senz’altro arricchito il numeroso pubblico.
A fine evento abbiamo intervistato Gino Saladini, organizzatore e presentatore del Festival.

Nuovo appuntamento con Tolfa Gialli&Noir, una grande iniziativa letteraria resa possibile dalla collaborazione con l’Associazione Culturale Chirone. Come è nata l’idea per questo festival e come è stata possibile la sinergia con l’associazione culturale?

L’idea del festival è stata di Glauco Felici, il compianto Glauco Felici, grande traduttore dallo spagnolo, traduttore di premi Nobel, era qui a Tolfa e ha avuto l’idea di Tolfa Gialli&Noir. Io, lo dico in maniera un po’ indegna, sono subentrato dopo la sua morte e quindi sono stato poi in realtà fra i fondatori, perché lui non c’era più, di questa meravigliosa rassegna. Con la Chirone ci siamo subito integrati in maniera eccezionale, loro accettano un po’ questa mia voglia di fare delle presentazioni anomale, un po’ teatrali, spettacolari, mettendo in gioco poi sia me stesso che gli scrittori che invitiamo e quindi troviamo questa sinergia meravigliosa. Fanno delle scenografie assolutamente consone ad ogni presentazione e riescono ad essere presenti in tutto quello che io poi richiedo.

1392091_10151643458947041_236206780_nSul palco oggi si sono susseguiti diversi scrittori noti, alcuni di essi norvegesi, particolare che è stato presente anche nelle precedenti edizioni. Come è nata questa relazione con un paese tanto distante dal nostro?

A Tolfa c’è un’associazione culturale norvegese che interagisce in maniera adeguata con il Comune. Il Comune di Tolfa ha voglia di fare crescere il paese e promuove, durante tutto l’anno, delle manifestazioni che vedono insieme sia il Municipio che la Norvegia. Quindi abbiamo veramente un legame molto stretto, e peraltro si va nella direzione dell’abbattimento di tutte quelle che sono le frontiere culturali affinché l’Europa sia una e una sola.

Si ritiene soddisfatto della riuscita di questo festival oggi e nelle precedenti edizioni?

Assolutamente sì! Poi più che soddisfatto io mi diverto, mi diverto in maniera incredibile a presentarlo, conosco tantissimi colleghi scrittori anche internazionali e c’è poi la voglia di migliorarlo sempre. Ogni volta, sono veramente molto soddisfatto, sì.

State pianificando dei nuovi incontri?

Certo. Abbiamo già il prossimo incontro: a inizio del 2014 ci sarà Donne in Giallo&Nero. Sarà una serata del festival dedicata alle scrittrici di giallo e di nero, donne. Quindi affronteremo il loro modo di scrivere, il loro stile, il loro approccio al delitto.

Perché, secondo lei, la città di Civitavecchia non riesce ad avere simili eventi culturali mentre Tolfa ne dà sempre più prova in svariati eventi come, ad esempio, Tolfarte o Tolfa Gialli&Noir?

Civitavecchia soffre un po’ di ritardo, dobbiamo dire la verità. Io me ne accorsi anche quando ho ricoperto la carica di sindaco a Civitavecchia, che c’era francamente una scarsa voglia di obbedire a quelle che sono le spinte della cultura. Però, ritengo che anche nella mia città, perché poi sono civitavecchiese, ci sarà occasione di poter crescere, di andare avanti. Per esempio ho partecipato al premio Orsello come giurato, un premio veramente incredibile di livello nazionale, con grandi nomi. Si può crescere e cresceremo anche a Civitavecchia, prendendo magari l’esempio anche da manifestazioni così belle come Tolfa Gialli&Noir.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...