1450074_10202826442606271_1892140317_n

Massimiliano Carocci, laureato in filosofia, è il giovane professore autore di “Milano City Blues”. Il vero protagonista del romanzo è la città dello scrittore, Milano, corrotta dalle mafie, dall’amianto e della droga. Su questo scenario si susseguono le vicende di una famiglia profondamente segnata da questi problemi. Abbiamo avuto l’occasione di intervistare Massimiliano Carocci lo scorso 5 Ottobre subito dopo l’evento Tolfa Gialli&Noir, al quale ha preso parte.

Milano City Blues è il titolo del suo ultimo libro, titolo particolare che in un certo modo incuriosisce il lettore. Perché questa scelta?

Innanzitutto il titolo originale doveva essere Kind of blue, come l’opera di Miles Davis, che poi io cito come ipotetica musica di una sceneggiatura che non è potuta essere il titolo del libro per problemi con la Siae. Però Milano City Blus mi piaceva perché univa il nome della città, in cui è ambientato, con il blues. Quindi sia la musica che è insieme passione e malinconia.

Di cosa tratta il suo libro a grandi linee?

È la storia di una famiglia proletaria di oggi che si ritrova a vivere tra un dolore, come il tumore causato dall’amianto, e il fatto di dovere dei soldi ad una famiglia mafiosa.

Ritiene che la criminalità in Italia sia aumentata rispetto agli anni passati? Perché?

Sicuramente è cambiata. Non dobbiamo più pensare a una criminalità folkloristica, quindi con la lupara e la coppola in testa ma la mafia ormai dei colletti bianchi, quella che si è inserita nell’economia del paese, quindi Milano, da questo punto di vista, è proprio la patria, purtroppo, della criminalità.

Che consigli darebbe ad un aspirante scrittore? 

Di leggere tanto e continuare a scrivere. Non fermarsi rispetto alle prime obiezioni che subirà o ai primi rifiuti dalle case editrici, l’obiettivo della casa editrice è naturalmente quello di vendere, l’obiettivo di uno scrittore è quello di migliorare come scrittore. Prima o poi queste due energie si incontrano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...