4441-caduta-liberaRecensione di “Caduta libera” di Nicolai Lilin

Dopo Educazione siberiana, Nicolai Lilin narra Caduta libera, storia di guerra e di come lui stesso, protagonista del romanzo, sia passato dall’essere un onesto criminale di matrice siberiana all’essere un militare al servizio della nazione.

Contro la sua volontà, Nicolai veste infatti la divisa dell’esercito: è giovane e la Federazione Russa lo pretende per il servizio di leva. In caserma, infastidito dalla situazione in cui è costretto, egli è protagonista di uno scontro verbale con un superiore che ha come conseguenza il suo trasferimento nei sabotatori, il ramo più pericoloso dell’arma, che lo porterà in mezzo alle linee nemiche: è in corso la Seconda guerra cecena, con la Russia a fronteggiare le forze ribelli dei separatisti appoggiate da quelle islamiche della Jihad; ribelli, ceceni, afghani e altro sono chiamati solo “arabi” da Nicolai e compagni, costretti in un mondo che non vogliono ma devono vivere.

La guerra è raccontata in tutta la sua natura perversa e cruda, con lo stile di Lilin, protagonista degli stessi eventi che narra. L’atmosfera di paura e mostruosità creata dalla guerra trasforma i personaggi di questo romanzo in macchine senza sentimenti, prive di umanità, gettate attraverso un mondo di cadaveri, mirini, sangue e malattia, sia fisica che mentale.
Homo homini lupus, non c’è possibilità di fidarsi totalmente neanche dei propri compagni, l’unico modo di sopravvivere è uccidere gli arabi e dire addio al briciolo di umanità che si spera di far sopravvivere in se stessi.

 Crudeltà e guerra, le storie di Nicolai Lilin: verità nude e crude capaci di mettere in soggezione chi le legge, immerso nella tranquillità del proprio tempo libero. Caduta libera ha fatto guadagnare al proprio autore il Premio Minerva per la “letteratura di impegno civile”, a causa dei contenuti affrontati.

Caduta libera

Nicolai Lilic

Einaudi

2010

21,00 euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...