Doctor_Sleep

Recensione di “Doctor Sleep” di Stephen King

Stephen King continua l’immensa serie di romanzi che l’ha reso famoso con il sequel di Shining, indiscusso capolavoro del Re.

Danny Torrence è ormai adulto e segnato da un’infanzia terrificante ed una vita difficile durante la quale ha cercato di uscire dal tunnel nel quale gli eventi del passato e la sua capacità di entrare in contatto con gli spettri lo hanno spinto: il tunnel dell’alcol.
Ancora vittima della figura paterna e dei fantasmi dell’Overlook Hotel, Danny conserva il suo principale dono: lo shine, la sua aura. Il lettore sarà messo davanti ad un Danny non più bambino, che riuscirà ad uscire dall’alcolismo grazie all’aiuto dei centri sociali e che metterà il suo potere al servizio delle persone, alla Rivington House, ossia una casa di riposo per anziani.

Il Doctor Sleep (soprannome che gli è stato dato per la sua capacità di donare pace a chi lì si addormenta per l’ultima volta) verrà a conoscenza di malate verità all’interno della casa di riposo, come le sevizie messe in atto dall’infermiere, capaci di suscitare ribrezzo e disagio nel lettore. A causa del suo particolare dono, Danny dovrà affrontare una difficile lotta con le forze del male, nel modo che il lettore scoprirà.

Doctor Sleep è un romanzo che non delude le aspettative, sebbene forse troppo pubblicizzato come “il sequel di Shining”, cosa che potrebbe oscurare il romanzo in sé per sé. Stephen King ebbe l’idea di continuare la storia di Danny su proposta dei fan, che pian piano sono riusciti a mettergli la pulce nell’orecchio. Egli scrivere di un protagonista alle prese con un male non inteso come in Shining, ma più simbolizzato, se vogliamo, trattando di argomenti come le dipendenze e l’alcolismo.
Ovviamente non al livello del prequel, questo romanzo va però letto dai fan e non.

Doctor Sleep

Stephen King

Sperling e Kupfer

2014

19,90€

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...