COP_CAMILLERI 130x200 usomano.indd

Recensione de “Il diavolo, certamente” di Andrea Camilleri

Esiste il Diavolo? Beh, i Testi Sacri ci rammentano che è l’acerrimo nemico di Gesù, colui che tenterà il Salvatore con il Male, colui che alla fine perderà la grande battaglia per la vita eterna, perché il coraggio e l’amore del Figlio di Dio, che ha salvato l’umanità dal peccato originale, erano molto più potenti di qualsiasi altra crudeltà che Satana potesse escogitare per vincere.

Andrea Camilleri, abbandonato il Commissario Montalbano, il protagonista dei suoi romanzi gialli più conosciuti,  valso allo scrittore la fama mondiale, nel suo nuovo lavoro racconta come “il Diavolo, certamente”, nascosto nell’ombra, celatosi dietro innumerevoli maschere, possa cambiare abilmente la vita di ognuno.

Nell’avvicendarsi di storie di vita quotidiana, nelle quali i protagonisti siamo noi, la gente comune, i ricchi e i poveri, i buoni e i cattivi, gli italiani e gli stranieri, gli uomini e le donne, i grandi e i piccoli, Camilleri mostra che nulla è un caso. Le probabilità non esistono. Se qualcosa accade, doveva accadere, per svelare il suo significato più profondo.

Sfogliando a mano a mano le pagine, il lettore comprende come, il più delle volte, la Giustizia e il Bene non trionfino. Il romanzo diviene uno specchio della società odierna: i valori, per i quali sin dall’inizio dei tempi si è combattuto, perdono costantemente importanza, per lasciare il posto alla malvagità, all’inganno, al tradimento, soprattutto al tradimento.

Uomini e donne danno vita a amicizie, amori, matrimoni e famiglie per poi mentire alle persone “amate”, non rendendosi conto di prendere in giro soprattutto se stessi. Spesso l’infelicità, il ricordo della gioventù, e, in particolare, delle passioni avvolgenti che la contraddistinsero, l’abitudine, il desiderio di cambiamento si tramutano in terribili ostacoli da affrontare, se si vuole preservare ciò che di più bello si è costruito. A volte, il libero arbitrio concessoci, condito da una buona dose di volontà, retta, ha la meglio sulle seduzioni presentateci dal mondo. Altre volte, “il Diavolo, certamente”, gioca bene le carte in tavola e ci conquista.

Con gli avvenimenti del nostro secolo, dove la Cultura del Passato, del Presente e del Futuro, con i suoi errori e successi, viene attaccata invece che custodita, un libro, come quello pensato e messo su carta da Camilleri, potrebbe essere un incentivo al movimento delle menti e alla loro incorruttibilità.

 

Il diavolo, certamente

di Andrea Camilleri

Mondadori

2012

10€

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...