4526834_0

È una bella, tranquilla mattinata di primavera e lo hobbit Bilbo Baggins, intento a fumare l’erba pipa, non sa che la sua piccola e monotona vita sta per cambiare. Un incontro inaspettato lo strappa per sempre alla pacifica quotidianità della sua terra, la Contea: Gandalf, un anziano stregone, lo catapulta, senza possibilità di scelta, in una movimentata avventura.

La sera dello stesso giorno, uno dopo l’altro, quattordici nani giungono alla porta di Bilbo che, sconcertato, è costretto ad accoglierli. L’allegra brigata, capeggiata dallo stregone e da Thorin Scudo di Quercia, ultimo erede della dinastia nanica, propone a Bilbo il ruolo di “scassinatore” in un viaggio che li porterà nell’antico regno dei nani. Qui, sotto la Montagna, giace un drago, Smaug, colpevole di aver mandato in rovina il regno degli avi di Torin e di essersi impossessato di un favoloso tesoro.

Il povero Bilbo, dopo varie esitazioni, ricaccia i suoi timori  e segue i nani in un lungo viaggio avventuroso. La brigata si cimenta così in lunghe marce estenuanti, in fughe da malvagi Troll che tentano di mangiarseli per cena e giungono nei sotterranei delle Montagne Oscure. Qui la compagnia si disgrega, inseguita dagli orchi e Bilbo si smarrisce, sino a ritrovarsi solo nei dedali oscuri della Montagna. Nel buio avviene l’incontro con Gollum, creatura disgustosa e solitaria a cui sottrae un prezioso tesoro: un anello magico che rende invisibile chi lo indossa. La brigata si ricompone e giunge nei boschi elfici, impenetrabili e popolati da enormi ragni che tentano di ucciderli. Sfuggiti, grazie all’aiuto di Bilbo, alla prigionia a cui li costringe il re degli Elfi, i nani attraversano il Fiume a bordo di barili e giungono a Pontelagolungo, una città sul lago molto vicina alla Montagna, loro ultima meta.

Le profezie della rinascita della città sotto l’opulenza del regno nanico stanno per avverarsi; la folla riconosce la compagnia e incoraggia la missione contro Smaug. Bilbo e i nani partono alla volta della Montagna e proprio allo Hobbit spetta il faccia a faccia col drago, in un incontro che rivela le inaspettate qualità di Bilbo: l’astuzia, il coraggio e l’abilità nella fuga. Ma non sono i nani a trafiggere a morte il drago, la freccia fatale è di Bard l’Arciere, che vendica la devastazione provocata dalla furia dell’animale.

Dulcis in fundo, a chiudere le vicende di Bilbo  e della sua compagnia, è un’epica battaglia che coinvolge cinque eserciti: nani, uomini, elfi, orchi e lupi mannari.

L’ennesimo, imperdibile fantasy nato dal genio creativo di Tolkien e che il recente film di Peter Jackson ha reso un vero e proprio must.

 

Lo Hobbit

di J.R.R. Tolkien

Bompiani

2012

11€

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...