1800293_10205207401088745_4559634980864748835_n

Recensione di Undici minuti di Paulo Coelho

Un romanzo sconsigliato se soffrite di diabete.

Attenzione, recensione cattiva e spietata, sconsigliata ai deboli di cuore, ai fan di Paulo Coelho e alle donne sempliciotte di mezza età.

Prima di iniziare a sparare a zero su questo libro ci tengo a sottolineare che forse il mio giudizio è stato influenzato dalla profonda delusione nell’aver scoperto dopo poche pagine (dopo averlo acquistato usato al modico prezzo di 1 euro in una bancarella madrileña) che non stavo leggendo la versione in lingua originale, poiché l’autore, essendo brasiliano, ha scritto il libro in portoghese (ovviamente…). Forse sono stata influenzata anche dalle grandi aspettative che avevo nei riguardi di questo autore così famoso (è il suo primo libro che leggo).

Messo in chiaro questo, possiamo cominciare.

La storia trattata nel libro racconta le avventure di Maria, una giovane ragazza brasiliana, precocemente delusa dall’amore e dal sesso. Mentre cerca di trovare un senso alla sua vita, grazie ad un incontro il suo destino cambia per sempre. A Rio de Janeiro conosce infatti un uomo, impressionato dalla sua bellezza, che con un’offerta di lavoro la convince ad andare con lui in Svizzera. Maria, immersa in un mondo a lei completamente sconosciuto, sceglierà la via della prostituzione. Farà tante esperienze e maturerà sempre di più la sua visione personale sull’amore e sul sesso. Nel frattempo nasconderà la vera natura del suo lavoro alla sua famiglia, alla quale scriverà periodicamente e invierà soldi. Conoscerà tanti personaggi che in un modo o nell’altro determineranno il formarsi della sua maturità.

Bisogna considerare che il romanzo parte bene, inizialmente è coinvolgente ed interessante. Il problema sorge quando la protagonista si stabilizza nella sua nuova vita oltreoceano, dove la calma piatta sembra farla da padrona e dove lo scontatissimo finale si fa sempre più vivido nelle premonizioni del lettore. Forse è proprio questo il problema di questo libro: un finale di una banalità disarmante. Maria a Ginevra, sola, completamente succube della condizione di prostituta…come potrebbe concludersi la storia? Ma con l’amore della sua vita che la viene a salvare!

Ovvio. Un pittore affermato giovane, bello, ricco con tante esperienze alle spalle (ben due matrimoni!) spunta fuori dal nulla e (guarda caso…) si innamora perdutamente dell’eroina. Lui è diverso da tutti gli altri, lui la ama per quello che è e bla bla bla…Nonostante questo lei, senza una motivazione sensata, vuole comunque tornare in Brasile come si era prefissata. Notate bene, lei lo ama eh! Però vuole tornare in Brasile…così. Quindi, dopo una notte di passione sfrenata, lei prende l’aereo, che farà scalo a Parigi (una città a caso…). Nonostante in fondo lei desideri che lui venga a fermarla (come nei film, dice…) ciò non accade. Attenzione, allora non c’è il finale scontato! Ahimé sì che c’è, all’aeroporto di Parigi lui si fa trovare con un mazzo di rose rosse. Vi giuro, a fine libro ho avuto l’istinto di tirarlo dalla finestra!

Peccato però, l’idea generale non era male. Ciò che si salva sono le considerazioni sull’amore e sul sesso, da dove si potrebbero prendere interessanti spunti. Per quanto riguarda lo stile direi semplice, anzi elementare (tanto che non ho avuto alcun problema a leggerlo in spagnolo…). L’aspetto che rende il tutto una bambinata sono gli inserti delle pagine del diario di Maria. Roba da adolescenti sognatrici o da donne sempliciotte di mezza età.

Undici minuti

Paulo Coelho

Booket

Ed. 2007

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...