IN CONFLITTO

“Senza memoria non ci si riconosce più e ci si disperde”

In conflitto. Generazioni a confronto. Testimonianze della Seconda Guerra Mondiale a Paliano a cura di Viviana Minori

Nessuno può mettere in dubbio l’estrema importanza della Storia, anche e soprattutto all’interno delle scuole. Serve per formare un cittadino migliore che, conoscendo a fondo il passato, sa come poter evitare gli errori commessi dai suoi predecessori: dalla Storia non si può che imparare, sempre. Ma bisogna ammettere che troppo spesso, almeno in Italia, questa materia, come molte altre, viene impartita in un modo forse un po’ troppo pesante e molto poco coinvolgente. Capita che alcuni alunni non la studino con passione e la vedano solo come un mucchio di nomi e di date difficili da ricordare. Questa differenza si nota molto se si confronta anche un corso universitario di Storia in Italia con uno in Spagna, ad esempio. Nel secondo caso vengono proiettati in aula vari documentari, vengono assegnati lavori di gruppo che consistono nel guardare film, leggere libri o documenti e anche intervistare i testimoni diretti di alcuni eventi storici.

Proprio questo spirito, di voler far avvicinare e appassionare alla storia,Annales trapela dalle pagine di In conflitto, dove il lettore percepisce perfettamente il coinvolgimento che ha guidato i ragazzi nel loro lavoro e l’interesse vero, nato o aumentato, per la materia, grazie a un approccio più pratico e diretto. Il libro è, infatti, frutto di un laboratorio di ricerca e scrittura delle classi III A, III B e III C della scuola media Istituto comprensivo Fratelli Beguinot di Paliano. Si tratta di un progetto nato dall’amministrazione comunale di Paliano, sposato dall’Istituto comprensivo, edito da Annales Edizioni e portato avanti in sinergia con esperti di storia locale e le docenti. Il risultato non è affatto un semplice lavoro scolastico privo di interesse fuori dall’ambito accademico, ma costituisce un interessantissimo insieme di testimonianze di vario tipo e formato che, come ha aiutato ai ragazzi ad avere un approccio più partecipativo alla storia, riesce a fare lo stesso con i lettori.

Il volume è diviso nei vari lavori realizzati dai ragazzi, che spesso sono costituiti dalle testimonianze degli anziani della città di Paliano che hanno vissuto la Seconda Guerra Mondiale sulla loro stessa pelle, ma anche da foto e da immagini di documenti storici. Quello che si percepisce leggendo il libro è che i testimoni sono felici di raccontare e i ragazzi felici di ascoltare: proprio per questo il sottotitolo “Generazioni a confronto” è perfetto per questo volume. Il risultato finale è una preziosa fonte storica che spazia, soprattutto, negli ambiti della vita privata delle persone che hanno vissuto la guerra. Così il lettore viene a contatto diretto con vari aspetti della difficile vita raccontata dai testimoni: dal rapporto con i tedeschi al coprifuoco, dall’importanza della radio alla vita scolastica, dalla fame all’angoscia per i cari partiti per il fronte. Apprendere come si viveva in quegli anni, raccontato dai protagonisti diretti, non può non far scaturire riflessioni sulla fortuna della propria condizione, tanto negli alunni quanto nei lettori. In conflitto è un libro nato da lavori scolastici ma che costituisce una preziosa lettura sia per le persone di ogni età che di ogni epoca.

In conflitto. Generazioni a confronto. Testimonianze della Seconda Guerra Mondiale a Paliano
a cura di Viviana Minori
Edizioni Annales
2015
10,00 euro

Pubblicato su Culturiamo.com il 24 maggio 2015

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...