fiera del libro di madrid

La Feria del Libro de Madrid è un importante appuntamento culturale per i madrileñi e non che, con i suoi incontri e con i suoi variegati stand, mette a disposizione una completa offerta letteraria che riesce a soddisfare tutti i gusti. Nata nel 1933 e originariamente installata nel paseo de Recoletos, una delle vie principali della città, dal 1967 la Feria è stata posizionata nel polmone verde più amato della città: il Parque de El Retiro. Il meraviglioso parco in questione si trova al centro della capitale spagnola, giusto accanto alla stazione di Madrid Puerta de Atocha, la principale stazione ferroviaria, e a pochi minuti da Puerta del Sol, la piazza che costituisce il cuore pulsante di Madrid. Oltre alla posizione ottimale e, senza dubbio, facilmente raggiungibile anche dall’angolo più remoto della capitale (grazie anche all’efficientissimo servizio di mezzi di trasposto, ma questa è un’altra storia…), si tratta di un parco vasto, curato e ricco di elementi interessanti da visitare. Inutile dire che il connubio libri-natura manda in visibilio i visitatori, specialmente se abituati a luoghi remoti, chiusi e soffocanti come quelli che vengono messi a disposizione in occasione di Più Libri Più Liberi a Roma.

madrid partecipazione alla fiera del libroIl paragone con la fiera romana è inevitabile e, sotto più di un aspetto, forse dovremmo prendere spunto dalla Feria del Libro de Madrid. Un altro elemento che ci sorprende piacevolmente, ad esempio, è che la fiera spagnola è totalmente gratuita. Conosciamo bene il drammaticamente basso tasso di lettori nel nostro Paese e non è di certo proponendo una fiera del libro a pagamento che si può migliorare la situazione. Al contrario la Feria del Libro de Madrid, completamente gratuita e in pieno centro, è piena sì di appassionati e persone del settore, ma non è raro vedere gente incuriosita, che magari si trovava a passare lì per caso, farsi un giro e sbirciare tra gli stand. Si tratta di dare una possibilità ai potenziali lettori di accedere al fantastico mondo della lettura, possibilità che Più Libri Più Liberi, a pagamento e rinchiuso dentro al Palazzo dei Congressi dell’Eur, di certo non permette. I libri rimangono una passatempo di élite e la fiera non compie quello che dovrebbe essere uno dei suoi principali obiettivi: avvicinare nuove persone alla lettura. Infine abbiamo una differenza di durata: Più Libri Più Liberi dura 5 giorni (quest’anno dal 4 all’8 dicembre 2015) mentre la Feria del Libro de Madrid ben 17 (quest’anno dal 29 maggio al 14 giugno 2015). Inutile sottolineare che anche questo costituisce un punto in più per la seconda.

Ma passiamo ad analizzare in sé la fiera di quest’anno, giunta alla 74° edizione. Gli orari sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle 11:00 alle 14:00 e dalle 18:00h alle 21:30, il 3 giugno dalle 11:00h alle 14:00 e dalle 18:00h alle 22:30 e il sabato, la domenica e i festivi dalle 11:00 alle 15:00 e dalle 17:00 alle 21:30. Come si può notare sono orari prettamente spagnoli, anche perché uscire per strada a Madrid a giugno dalle 14:00 alle 18:00 è decisamente proibitivo a causa del caldo asfissiante. Il primo giorno, durante il turno pomeridiano, la fiera era già piena di persone, sopratutto di età avanzata, ma non mancavano comunque anche i giovani, che magari erano lì per dare un’occhiata. Gli stand erano numerosissimi e organizzati secondo diversi criteri: case editrici, librerie specializzate, librerie generali, distributori e organismi ufficiali. Ce n’era veramente per tutti i gusti, come ad esempio uno esclusivamente dedicato ai libri in italiano o in francese o in inglese, un altro alla letteratura infantile, un altro al femminismo e alla narrativa femminile, un altro ancora alla letteratura latino-americana e anche all’omosessualità e agli studi di genere. Moltissimi stand presentavano cartelli che ricordavano quale loro autore avrebbe firmato le copie dei suoi libri e a che ora: l’impressione è quella di un ambiente accogliente e famigliare dove il contatto tra lettore e autore è diretto. fiera del libro madridNon sono mancate neanche le attività, come conferenze, presentazioni di libri, letture e rappresentazioni teatrali. Con una media di circa venti al giorno bisogna dire, però, che questa offerta risulta più ricca alla fiera romana, poiché qui abbiamo solo una sala adibita agli incontri, ai quali ovviamente è difficile che tutti gli interessati riescano a partecipare, ma è anche vero che non c’è il rischio di ritrovarsi con due o più eventi interessanti contemporaneamente e con l’obbligo di sceglierne solo uno, spiacevole situazione piuttosto frequente a Più Libri Più Liberi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...