ENIGMI D’AUTORE

chiave-di-volta_LRG

di Daniela Esposito

Chiave di volta di Bruno Pronunzio

Chiave di volta è il romanzo d’esordio di Bruno Pronunzio, pubblicato lo scorso settembre presso Leone editore, all’interno della collana Mistéria.

La trama di questo Thriller si articola su tre diversi piani temporali che seguono le vicende di un cavaliere templare nel 1314, un progetto eugenetico nazista del 1944, arrivando ai giorni d’oggi in cui i precedenti avvenimenti danno luogo all’intreccio principale della storia che ha come protagonista il tecnico informatico Stefano Zarri.

Attraverso una fitta rete di rimandi storici, Pronunzio intesse una relazione di eventi che vedono il protagonista Zarri alla ricerca della soluzione di un enigma formulato settecento anni prima, i cui indizi appaiono e scompaiono nel corso dei secoli, nelle immagini delle famose opere d’arte che ci guidano attraverso la lettura del libro.

Un esordio dicevamo, in un genere che solitamente nasconde molti tranelli. A fronte di queste considerazioni, il lettore più esigente intraprenderà con cautela il viaggio proposto dall’autore, salvo poi ritrovarsi all’improvviso coinvolto in una narrazione costruita con estrema attenzione ai dettagli e al filo conduttore.

La profonda documentazione, insieme alla solida struttura dell’intreccio, rendono Chiave di volta un thriller ben costruito e avvincente, spoglio dei difetti che spesso guastano i tentativi di quanti si cimentano in questo difficile genere, a maggior ragione se lo si unisce a un’ambientazione storica che il più delle volte rischia di essere mal gestita, ma non in questo caso.

L’accuratezza dell’uso delle fonti e la fedeltà a un progetto lineare, incontrano felicemente uno stile narrativo fluido che permette al lettore di lasciarsi andare all’avventura in un ritmo crescente e attanagliante, senza rischiare di perdersi nei vicoli dei secoli e delle suggestive ambientazioni.

Una componente importante del romanzo e finora non menzionata è quella tecnologica. L’abitudine alla digitalizzazione distoglierà inizialmente da alcuni elementi che si riveleranno essere fondamentali con lo scorrere delle pagine, e che daranno luogo a una riflessione sull’odierno (ab)uso della tecnologia a discapito di quel potente calcolatore che è il cervello umano.

“Come molte persone della sua età, viveva ormai in un tempo scandito dall’incessante necessità di restare online. Era come se il suo organismo si nutrisse grazie alla connessione permanente e fosse dipendente da uno spacciatore d’informazioni […] che non consentiva periodi di astinenza, se non sempre più ridotti. Il fornitore virtuale di tanto in tanto lo appagava, attingendo al sapere globale tra le maglie della rete, per rispondere alla sua sete crescente di conoscenze.” (Chiave di volta, pp. 114-115)

Il libro di Pronunzio, si presenta dunque con una veste duplice: da una lato piacevole intrattenimento narrativo, dall’altro stimolo alla conoscenza e all’approfondimento, ma soprattutto all’uso del potente strumento della ragione sempre più minacciato dall’ingerenza tecnologica.

Chiave di volta
di Bruno Pronunzio
Leone editore 2015
9,90 €

Annunci

Un pensiero su “ENIGMI D’AUTORE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...