Più libri più liberi

di Viviana Minori

La fiera della piccola e media editoria alla sua quattordicesima edizione: Più libri più liberi, un altro modo di vivere la lettura.

Più libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria, è alla sua quattordicesimaplpl stands 2 edizione e come sempre è stato il Palazzo dei Congressi di Roma ad ospitare la kermesse che ogni anno richiama esperti del settore e amanti della lettura. Il trend positivo è stato ampliamente consolidato: ben 53 mila presenze e soprattutto ottima la qualità degli interventi degli ospiti che hanno dato forma ad una fitta scaletta ospitata dal Caffè letterario, un ampio spazio dedicato all’approfondimento e alle interviste. Come sempre il programma dei cinque giorni, dal 4 all’8 dicembre, è stato variegato al suo interno: stand espositivi fissi delle case editrici, continue presentazioni di libri, chiacchierate con gli autori e, in contemporanea, il Caffè letterario; personaggi di rilevanza nazionale sono stati ospiti della manifestazione: Erri De Luca con la sua ora di voli pindarici personali e culturali, Zerocalcare, un giovane fumettista trascinatore di folle e ancora Nicola Lagioia, Dacia Maraini e molti altri.

La fiera, organizzata dall’AIE (Associazione italiana editori), non poteva avere luogo senza la presenza de Il Bibliomane: i nostri perspicaci redattori hanno partecipato con entusiasmo curiosando qua e là. Un’occasione per scoprire titoli vecchi e nuovi delle piccole e medie case editrici notoriamente poco rappresentate negli scaffali della grande distribuzione, il nostro pane quotidiano.

Il Bibliomane a PLPL
Il Bibliomane a PLPL

Se dovessimo tracciare un bilancio del filo conduttore della proposta libraria questo non verrebbe fuori dagli stand espositivi, tutti abbastanza differenziati tra loro, ma dalla scelta dei libri da presentare durante gli incontri con gli autori: il tema caldo di quest’anno è la guerra in Medioriente e i mutamenti culturali che ne seguono. Gli organizzatori, che quest’anno hanno sottotitolato l’iniziativa con “Per amore dei libri”, hanno a cuore anche i più piccoli, coscienti che la passione per il libro nasce dai primissimi anni di età: diversi gli incontri organizzati da Biblioteche di Roma. Il marketing aggressivo e giovanile di moltissime case editrici non ha smentito l’idea che vede la media e piccola editoria come il perno dell’innovazione editoriale italiana, un perno che vede il rapporto tra lettore e editore/scrittore uno a uno.

Noi de Il Bibliomane abbiamo presenziato anche per i lettori impossibilitati a partecipare: è un duro lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo!

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “PIÚ LIBRI PIÚ LIBERI 2015: SCOPRIAMO, LEGGIAMO, SOGNIAMO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...