Copertina  :Copertina (11)

di Daniela Esposito

I tori odiano il rosso di Graziano Ciocca

Dieci false credenze popolari sfatate dall’entomologo Graziano Ciocca, vincitore dell’ultima edizione del Premio nazionale di divulgazione scientifica.

Ok, che non è vero che i tori sono attratti dal rosso lo sapevo… Ma che gli istrici lanciano gli aculei e che i dobermann impazziscono perché il cervello si espande nella piccola scatola cranica, ebbene sì, pensavo fossero fatti “scientificamente accertati”, come si suol dire quando non sai di cosa stai parlando ma vuoi darti un tono di onniscienza. E dulcis in fundo (per modo di dire, perché in realtà è il contenuto del primo capitolo) non è vero che la polverina sulle ali delle farfalle le fa volare: a questo punto ringrazio di cuore Graziano Ciocca per avermi sollevata dai radicati sensi di colpa per i miei presunti delitti infantili.

L’entomologo Graziano Ciocca è presidente di G. Eco, associazione che si occupa di divulgazione scientifica, ed è anche l’autore del libro I tori odiano il rosso, edito da Dedalo lo scorso giugno e vincitore del Premio nazionale divulgazione scientifica 2015 nella sezione giovani. Con un linguaggio  semplice e uno stile umoristico, Ciocca smentisce dieci false credenze popolari collegate al mondo animale, illustrando al lettore l’origine della credenza (quando è possibile risalirvi) e la realtà fattuale del fenomeno in oggetto. Nel dettaglio ogni capitolo del libro si articola in quattro parti: un’introduzione alla leggenda, una spiegazione biologica semplificata del fenomeno, una sezione di approfondimento per ampliare lo sguardo sul mondo animale e infine una bibliografia di approfondimento. Inoltre, di tanto in tanto l’autore inserisce dei brevi specchietti come focus su singoli temi o i ricordi della sua esperienza personale nelle schede chiamate appunto Amarcord.

Attraverso questa divertente e interessante opera, Graziano Ciocca si dimostra un ottimo divulgatore capace di parlare a un pubblico di tutte le età e di richiamarne l’attenzione facendo ricorso a un bagaglio di cultura popolare eterogeneo che spazia dai riferimenti cinematografici dei cartoni animati Pixar, come Monsters, e dei film cult splatter degli anni Settanta, come L’ultima odissea (1977), alla musica (Karma Chamaleon) e a risonanti aneddoti storici (con i loro risonanti dettagli più o meno veri ma sempre apprezzati dalle masse), come gli esperimenti atomici degli anni Cinquanta e così via.

Oltre a smentire le credenze con umorismo e argomentazioni facilmente accessibili, I tori odiano il rosso ha il merito di stimolare la curiosità verso la natura che ci circonda (e ci comprende) e, si spera, un maggior rispetto nei suoi confronti.

I tori odiano il rosso

di Graziano Ciocca

Dedalo 2015

16.00 €

Advertisements

2 pensieri riguardo “CHIEDI ALL’ENTOMOLOGO

  1. Una recensione bellissima! L’autore ringrazia infinitamente, perché qui è contenuta la frase che attesta il raggiungimento del suo obiettivo:
    «Oltre a smentire le credenze con umorismo e argomentazioni facilmente accessibili, I tori odiano il rosso ha il merito di stimolare la curiosità verso la natura che ci circonda (e ci comprende) e, si spera, un maggior rispetto nei suoi confronti.»

    Grazie Daniela, spero di incontrarti un giorno! 🙂

    Graziano

    Mi piace

    1. Caro Graziano,
      sono contenta che la recensione ti sia piaciuta! Rinnovo qui i complimenti per il libro e ti ringrazio per il tuo commento!
      A presto, Daniela

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...