di Linda Politi

Coraline di Neil Gaiman

“Quando la gente ha iniziato a leggere Coraline, ho capito che si tratta di una storia che i bambini sentono come un’avventura, che però fa venire gli incubi agli adulti. È il libro più strano che io abbia mai scritto, quello che ho impiegato più tempo per scrivere, ma anche quello del quale sono più fiero”, Neil Gaiman.

Neil Gaiman, nato a Portchester (Inghilterra) nel 1960, è un affermato fumettista, scrittore e sceneggiatore. Il suo primo libro è una biografia dei Duran Duran del 1984, che sarà seguita dalla serie a fumetti Sandman (1988-1996), Buona apocalisse a tutti (1990), Nessun dove (1996), Stardust (1999), American Gods (2001) e Il figlio del cimitero (2008), per citare i più famosi. Nella sua carriera ha collezionato diversi premi: il Victor Hugo, il Bram Stoker e il Nebula. Tra gli autori che lo hanno maggiormente influenzato troviamo J. R. R. Tolkien, Edgar Allan Poe, Ursula K. Le Guin e H. P. Lovecraft. I suoi romanzi hanno come tema principale la fuga dalla realtà per andare in un mondo fantastico dove possono rifugiarsi sia i lettori che i protagonisti stessi delle sue storie, persone al margine, considerate strambe, che in queste realtà parallele riescono a trovare una dimensione adatta a loro.

Coraline, del 2002, è un racconto di un centinaio di pagine che narra l’avventura dell’undicenne Coraline Jones nella nuova casa in cui si è trasferita con i suoi genitori. Annoiata, comincia ad esplorare la casa e, nonostante gli strambi vicini di casa le preannuncino una serie di pericoli in arrivo, Coraline entra in una porta precedentemente murata per ritrovarsi in un altro mondo. Lì tutto sembra molto più bello e accogliente, soprattutto i suoi Altri Genitori, che la ricoprono di complimenti, ottimo cibo e affetto. L’unica nota stonata sembrano essere quegli inquietanti bottoni neri che gli abitanti di questo mondo hanno al posto degli occhi. L’Altra Madre fa a Coraline una proposta: la bambina si potrà trasferire per sempre in quel mondo da sogno se anche lei acconsentirà a farsi cucire dei bottoni neri proprio come loro. Scappare non serve: la strega ha preso in ostaggio i genitori della bambina, che dovrà battersi coraggiosamente e con astuzia per riuscire ad ottenere la libertà per lei e per la sua famiglia. Ad aiutarla, un gatto, un amuleto e le anime di alcuni bambini, vittime anch’essi della trappola dell’Altra Madre.

Coraline è una bambina che combatte il male in una dimensione che è più rassicurante di quella reale, dove i suoi genitori sono troppo presi dalle loro incombenze per dedicarle del tempo, ma allo stesso tempo è pericolosa e ingannevole, un po’ come la casa di marzapane della strega di Hansel e Gretel, o come il Paese delle Meraviglie di Alice. Una fuga dalla realtà che tutto annulla e nuoce. Ottenere subito quello che si vuole non è sempre un bene, e la coraggiosa Coraline lo sa bene. Il ritorno al mondo normale, dopo la sconfitta della perfida entità, è più bello non solo perché la sua famiglia sembra essere più presente, nonostante non ricordi nulla, ma anche perché l’atteggiamento stesso della bambina è cambiato, diventando in un certo modo più consapevole di quanto ha rischiato di perdere. È un libro avvincente per i bambini, che vengono incoraggiati ad essere coraggiosi, ma allo stesso tempo fa rivivere ai grandi le paure dimenticate dell’infanzia.

Coraline

di Neil Gaiman

Bloomsbury, 2013

£6.99

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...